Le diete non funzionano? Ecco perchè

by / venerdì, 16 Marzo 2012 / Published in Blog

Troppe persone spendono molti sforzi sulla perdita di peso, sia per affrontare un problema di salute sia perché desiderano migliorare ulteriormente la loro condizione ma troppo spesso alla fine le diete non funzionano.

Ma cos’è che rende questi sforzi difficili e, come dimostrano i dati, non corretti?
Circa il 70% della popolazione è in sovrappeso! E ‘solo una questione di mancanza di costanza nel seguire una dieta?
Se pensiamo che sia così sarebbe molto ingenuo da parte nostra.

La disciplina e le privazioni non sembrano aver portato molti risultati finora!
 

Fatti contro Opinioni sulle diete

La vera ragione non solo spiegherebbe il problema, ma aiuterebbe a trovarne la soluzione.
E ‘importante capire che non ci sono cure miracolose.
La pillola magica che risolverà tutti i nostri problemi è stato dimostrato che non solo non c’è, ma è anche pericoloso cercarla.
Si dovrebbe prima di tutto contare su dati e fatti, non opinioni. Molte volte, paradossalmente, le opinioni sembrano prevalere sui fatti. Considera, tuttavia, che le cose cambiano.
 

Qual è la realtà attuale?

  • La maggioranza della popolazione è in sovrappeso.
  • Le diete non funzionano o dopo una perdita iniziale di peso le persone si “bloccano” e non riescono più a perdere peso.
  • Avendo raggiunto questo risultato attraverso grandi privazioni, questo regime non può essere mantenuto. Dopo poco solitamente si riprende il peso perso.
  • Nella maggior parte dei casi tutti questi sforzi per dimagrire sono fatti a spese della nostra salute (Perdiamo massa muscolare e ossea senza perdere grasso).
  • La prossima volta che si decide di perdere peso, le cose saranno molto più difficili.

 

Nutrizione, un migliaio di punti di vista

Il tema della nutrizione è probabilmente l’argomento più discusso e che ha raccolto il maggior numero di opinioni diverse. Ogni anno abbiamo una nuova dieta che è la moda del momento ma che poi svanisce.

Nel 1970 è stato provato che il peso è una funzione del numero di calorie che si consumano.
Se si mangiano più calorie di quelle di cui il vostro corpo ha bisogno per funzionare, queste calorie in eccesso vengono immagazzinate dal corpo e poi gradualmente fanno aumentare il vostro peso. “Fatto!”

Ci sono tre categorie di base di alimenti:
1. Grassi (burro, oli, grassi animali)
2. Carboidrati (zucchero, farina, pane, pasta, ecc)
3. Proteine (carne, pesce, uova, ecc)

Un grammo di grasso fornisce 9 calorie.
Un grammo di carboidrati fornisce 4 calorie.
Un grammo di proteine fornisce 4 calorie.
“Questo è un Fatto!”

I grassi, in quanto rendono più calorie per grammo rispetto alle altre due categorie di alimenti, sono stati battezzati come insalubri. “Questa è un’Opinione!”

Campagne di marketing dell’industria alimentare cominciarono subito l’attacco di tutti gli alimenti contenenti grassi indicandoli come non sani.“Bugia!”

Questo ha portato la popolazione a diete con “basso contenuto di grassi” e il consumo di carboidrati raffinati (pane, zucchero, cereali, bevande analcoliche, patate).

Ci sono grassi buoni e cattivi. Si tratta di una categoria di alimenti particolarmente importante per il corretto funzionamento e per la salute del nostro corpo. Le membrane che circondano ogni cellula sono composte da lipidi. Lo stesso vale per molti ormoni come il testosterone e gli estrogeni.
 

Perché le diete ipocaloriche non funzionano?

La scelta di alimenti in base al basso contenuto calorico predilige principalmente i carboidrati: Toast, cereali, ecc. Il problema tuttavia, non è matematico, per esempio ridurre le calorie. Sono i cambiamenti!

Il problema è che più carboidrati raffinati si mangiano, più il nostro corpo non riesce a bruciare i grassi, che quindi vengono immagazzinati , con conseguente aumento del nostro peso. Il nostro corpo ha bisogno di carboidrati, naturalmente, ma non raffinati.

Questi alimenti (carboidrati raffinati) sono assorbiti velocemente e tendono ad aumentare lo zucchero nel nostro sangue. Il corpo, per mantenere i livelli di zucchero nel sangue desiderati, aumenta la produzione dell’ormone che trasforma lo zucchero, l’insulina.

L’insulina è unica rispetto a tutti gli altri ormoni del nostro corpo perché abbassa il livello dello zucchero. Tutti gli altri ormoni sono in grado solo di aumentarlo.
Durante i milioni di anni di evoluzione l’uomo comune ha sempre fatto fatica a trovare cibo a sufficienza. Fino a cento o cinquanta anni fa c’erano più probabilità di avere fame che di essere sazi!
Fino a poco tempo fa il rischio era che la glicemia scendesse troppo in basso. Il corpo è costruito in modo da poter innalzare il livello di zucchero nel sangue quando esso tende ad abbassarsi. Per questo motivo la maggior parte degli ormoni nel corpo aumenta lo zucchero nel sangue.

Quando ingeriamo cibo che stimola la produzione di insulina:

  • Aumenta l’appetito. L’insulina ci dice di mangiare come se non ci fosse un domani.
  • Trasforma il cibo in eccesso in grasso per energia disponibile in futuro.
  • “Blocca” il grasso che già abbiamo e non ci permette di bruciarlo.

 

La dieta moderna è contraria alla nostra evoluzione biologica

Negli ultimi 50 anni, tuttavia, è vero il contrario. I nostri alimenti sono ad alta efficienza calorica e hanno un basso valore nutrizionale. I numerosi trattamenti e l’aggiunta di additivi chimici ci forniscono alimenti che sono completamente privi di quello che il nostro corpo necessita per funzionare normalmente.

Questo cambiamento importante nella nostra dieta causa i seguenti fenomeni metabolici:

    • Aumenta la quantità di produzione di insulina nel nostro corpo
    • L’insulina aumenta il deposito di grasso e interrompe la combustione dei grassi
    • Aumenta l’appetito e crea la sensazione di voler mangiare come se non ci fosse un domani

I risultati li vediamo intorno a noi: chili di troppo, colesterolo elevato, diabete, ipertensione, malattie cardiache, stanchezza, scarso metabolismo, ecc.

Le diete non funzionano perchè le diete ordinarie si concentrano sulle calorie ma se non si riescono a gestire la qualità e la natura del nostro cibo non è possibile sopportare oltre un dato periodo una dieta senza sentire fame!
 

Non c’è bisogno di avere fame per perdere peso!

È necessario modificare il metabolismo in modo che il corpo possa chiedere ciò di cui ha realmente bisogno.
Quando mangiamo cibi che non sono stati altamente trasformati e hanno un basso indice glicemico (non alzano rapidamente lo zucchero nel sangue) la fame viene direttamente ridotta e il grasso “bloccato” dal corpo comincia ad essere bruciato.

Questo approccio funziona ed è possibile. Non solo questo porta ad una diminuzione del peso, ma soprattutto conduce ad una migliore salute. La prevenzione è la via migliore perché ripristina le funzioni naturali del nostro corpo.
Alla vostra salute!

________________________________________
Fonti:
Fondazione Weston A. Price MSG obesità
Nova Science Now: L’insulina e i suoi effetti metabolici

 

TOP
Password Reset
Please enter your e-mail address. You will receive a new password via e-mail.